Nel segno di Mozart

Info
Data: Novembre 06, 2021
Ora: 21.00
Luogo: Chiesa SS. Pietro e Paolo Via Cavour, 71 , Corsico MI
Tipo di evento: Concerto
Informazioni concerto
06 novembre 2021 ore ore 21.00

Chiesa SS. Pietro e Paolo 

Nel segno di Mozart

La vita di Mozart, attraverso alcune sue lettere e opere più significative

Concerto narrato con:

Bruno Gambarotta

Elena Conacchia, flauto

Giorgio Costa, pianoforte

 

Musiche di Wolfgang Amadeus Mozart

Un omaggio ad uno dei musicisti più amati di sempre, la cui arte ha segnato un’epoca intera.
Bruno Gambarotta portando l’ascoltatore come in un viaggio, attraverso le opere più suggestive di Mozart, legge e commenta alcune tra le sue lettere più curiose e divertenti.
L’animo di Mozart era un abisso: l’abisso della quotidianità dove ogni differenza sparisce e a galla salgono passioni di breve momento, ricordi casuali, propositi mediocri. Il delirio di scrittura che imbeve le sue lettere è fatto apposta per piacerci, affascinarci. Mozart vi mette pari seduzione fisica e immaginazione erotica, capacità stilistica e vezzi ecolalici. Wolfgang Amadé era realmente, nel pensiero, nel cuore, quell’uomo comune, quell’adolescente svaporato, in perenne pubertà, che le sue lettere raccontano?A questo ed a altri quesiti proverà a dare una risposta Gambarotta, con la sua garbata ironia, in piena sintonia con le note commoventi ed intense di Mozart, proposte dall’estro di Elena Cornacchia e Giorgio Costa.

 

BRUNO GAMBAROTTA
Scrittore, giornalista, conduttore televisivo e radiofonico, grande conoscitore dell’Opera, è anche autore e regista di programmi per la radio e la televisione e, oltre alla scrittura, fra i suoi maggiori interessi figura la gastronomia, materia della quale si è occupato anche per i suoi scritti. Ama definirsi scrittore artigiano, ringraziando per lo spunto il refuso di un tipografo del giornale torinese La Stampa che erroneamente nel testo di una sua intervista deformò l’originale scrittore astigiano. Programmista, regista e direttore dei programmi RAI, le sue doti di intrattenitore e comico sono venute alla luce grazie a Celentano e al suo Fantastico del 1987. Comincia così la sua carriera di conduttore televisivo e radiofonico (Fantastico ‘87, Lascia o raddoppia, Tempo reale, ecc.); è attore con Fabio Fazio in uno sceneggiato televisivo su Rai Due, trasmesso nel dicembre 1997. E’ autore e attore di cabaret, collabora a diversi giornali, tra cui L’Unità, La Stampa, La Repubblica, Comix. Tiene una rubrica fissa su Torino Sette. È autore di vari romanzi di genere giallo-ironico, e con La nipote Scomoda ha vinto il Premio Gran Giallo Città di Cattolica. Vive a Torino.

ELENA CORNACCHIA
si è diplomata al Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro con il massimo dei voti e la lode, ha studiato successivamente alla Scuola di Musica di Fiesole al corso speciale di perfezionamento tenuto dal Maestro Mario Ancillotti. Con lo stesso docente segue inoltre i corsi di “Musica Riva”, Faenza e Lanciano.
È vincitrice di numerosi concorsi in qualità di solista e in varie formazioni cameristiche. Nel settembre 1990 vince l’audizione per un posto a tempo determinato di primo flauto e fila presso l’Orchestra Sinfonica dell’Emilia Romagna “A. Toscanini” di Parma, con la quale ha svolto attività concertistica lavorando sotto la direzione di maestri quali: H. Soudant, A. Oestmann, R. Barschai e D. Oren. Nel 1992 è vincitrice del concorso ordinario a cattedre nei conservatori statali di musica per l’insegnamento del flauto. Svolge inoltre attività concertistica come solista ed in formazioni da camera. Attualmente è docente di flauto presso il Conservatorio “Nicolini” di Piacenza.

GIORGIO COSTA
diplomatosi sotto la guida di E. Occelli con il massimo dei voti al Conservatorio Verdi di Torino, segue corsi di perfezionamento con Remo Remoli, Alberto Mozzati e con Fausto Zadra all’Ecole Internationale de Piano di Losanna. Nel 1980 partecipa ai corsi di Riccardo Brengola presso l’Accademia Chigiana di Siena. Il desiderio di ampliare i suoi orizzonti di riferimento, lo spinge a frequentare, dal 1985, i corsi di Fenomenologia della musica tenuti da Sergiu Celibidache all’Università di Magonza. Nel 1988 prende parte alla Master Class di Murray Perahia a Firenze. Solista e camerista, spazia dai clavicembalisti ai contemporanei, con particolare riguardo ai grandi autori dell’età romantica. La sua attività concertistica diviene intensa, riscuotendo consensi di pubblico e di critica, in tutta Europa e Giappone. Ha effettuato diverse registrazioni per la RAI e attualmente è docente al Conservatorio di Novara.

Condividi